ADRIAN PINZARU

VIOLINO

Anno esibizione:
2021 – 2023 – 2024

Nato nel 1974 in Romania, Adrian Pinzaru ha iniziato giovanissimo lo studio del violino a Iaşi presso la Scuola di Musica “O. Băncila” con Calistrat Catargiu e Natalia Epure, proseguendo il suo percorso a Bucarest al Liceo di Musica “G. Enescu”. Nel 1993, grazie a una borsa di studio, si trasferisce in Italia dove, dopo aver studiato presso la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo, consegue il diploma in violino e viola presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino sotto la guida della prof.essa Christine Anderson e del M° Davide Zaltron. In seguito si perfeziona con Stefan Gheoghiu, Mariana Sirbu, Dora Schwarzberg, Sadao Harada (Tokyo String Quartet), Franco Rossi (Il Quartetto Italiano), Valentin Berlinsky (Quartetto Borodin) e Milan Skampa (Quartetto Smetana). Dal 1997 al 2006 è stato primo violino del Quartetto Casorati. Dal 2006 è primo violino dello Xenia Ensemble, formazione che si dedica all’esecuzione e alla diffusione della musica contemporanea.

Dal 2007 è inoltre il primo violino del delian::quartett, con il quale svolge un’intensa attività concertistica internazionale. Viene regolarmente invitato in qualità di solista o camerista presso importanti società concertistiche, tra cui Musikverein Wien, Konzerthaus Wien, Berlin Philharmonie, Berlin Konzerthaus, Unione Musicale di Torino, Festival MiTo Settembre Musica, Ludwigsburger Schloßfestspiele, Schlezwig-Holstein Musik Festival, Musikfest Bremen, Festival Internacional de Musica de Espinho, Essen Philarmonie e altre ancora, collaborando, in contesto cameristico, con artisti come Gilles Apap, Measha Brueggergosman, Mario Brunello, Gérard Caussé, José Luis Estellés, Pavel Gililov, Igor Kamenz, Alfredo Perl, Menahem Pressler, Danilo Rossi, Dora Schwarzberg, Giovanni Sollima, Anatol Ugorski e l’attore Bruno Ganz. Ha suonato per varie televisioni e radio, segnatamente Rai, Radio France, Österreichische Rundfunk (ORF), DR (Danish Radio), Deutschland Funk, HR, SWR, WDR, BR. Incide regolarmente per la casa discografica Oehms Classics, con la quale ha pubblicato, nel 2008, un CD interamente dedicato a Robert Schumann – nominato “CD consigliato del mese” dalla Bayerische Rundfunk – e uno dedicato a Haydn – che ha ottenuto la nomination per Echo Prize nel 2010. Nel 2013 ha pubblicato un CD dedicato a Beethoven, mentre nel 2016 è stato realizzato, in coproduzione con Deutschland Funk, un CD dedicato a Šostakóvič; nel 2018, sempre in coproduzione con Deutschland Funk, ha pubblicato l’integrale dell’Arte della Fuga di J. S. Bach.

È frequentemente ospite in qualità di primo violino di spalla e prima viola presso enti quali: Nordwestdeutsche Philharmonie, Deutsche Kammerphilharmonie Neuss, Gran Teatre del Liceu di Barcellona, Stadt Kammerorchester Arpeggione, Ensemble Modern Frankfurt, Orchestra Sinfonica di Murcia, Orchestra Filarmonica di Torino, I Musici Estensi. In parallelo all’impegno concertistico, Adrian Pinzaru svolge anche un’intensa attività didattica. È stato infatti docente presso l’Accademia di Musica di Pinerolo sino al 2022 ed è attualmente docente dell’accademia di alto perfezionamento V Performance.

Dal 2017 è testimonial dell’azienda tedesca Pirastro, leader mondiale nella fabbricazione di corde per strumenti ad arco.

Suona un violino Giovanni Battista Rogeri del 1699.

Tutti gli artisti: