Il Festival

METAMORPHOSEN

Se il 2020 ha rappresentato una vera e propria “sospensione” della storia, dalle conseguenze non ancora comprese a fondo, il 2021 dovrebbe essere l’anno della rinascita. Rinascita e trasformazione hanno ispirato il titolo della Rassegna “Il Festival”: Metamorfosi.
Più di ogni altra cosa, ciò che affascina nella Metamorfosi è la dinamica del processo del quale il risultato finale ne è soltanto conseguenza. La musica, con la sua capacità di essere misteriosamente esaustiva, accompagnerà il pubblico nella scoperta dei vari fenomeni metamorfici dell’esistenza. Dal ciclo delle Stagioni di Vivaldi, che raccontano la trasformazione continua della natura, alle composizioni di Liszt che meglio testimoniano il cambiamento dell’uomo, da amante della mondanità alla vestizione dell’abito talare. Il viaggio continua con le metamorfosi di Schubert, dal Lied alla grande forma cameristica e con “Ophelia-Lieder” di Brahms nella trascrizione di Aribert Reimann per quartetto d’archi e soprano. Non mancherà Beethoven con la decima sonata per violino e pianoforte, opera che rivela il cambiamento estetico del grande compositore tedesco nei suoi ultimi anni di vita. Completeranno il ciclo le trasformazioni metamorfiche di Strauss con Metamorphosen e i quartetti di Haydn.
Quasi come contrappunto ai concerti “tradizionali” la rassegna “Il Festival” ospiterà la prima performance pubblica mondiale di MusicAI, progetto di ricerca sull’intelligenza artificiale della Fondazione LINKS, unico nel suo genere, che combina la musica dal vivo, l’arte astratta e la più avanzata tecnologia applicata all’Intelligenza Artificiale. La tecnologia non solo influenza la creazione artistica stabilendo le possibilità di espressione degli artisti, ma determina il passaggio a funzioni diverse dell’arte cambiandone anche le modalità di fruizione.

Da sempre gli artisti si sono basati sulle conoscenze tecnologiche e sull’ingegno per trovare i materiali e gli strumenti adatti per esprimere al meglio i propri sogni, pensieri, visioni o credenze e ogni opera d’arte è determinata dai materiali a disposizione dell’artista e dall’abilità di questi nel manipolarli.

MusicAI si propone di portare ad un livello ulteriore questo intreccio: l’intelligenza artificiale “ascolta” la musica e dà vita a nuove creazioni artistiche.

DIRETTORE ARTISTICO

Adrian Pinzaru

Se il 2020 ha rappresentato una vera e propria “sospensione” della storia, dalle conseguenze non ancora comprese a fondo, il 2021 dovrebbe essere l’anno della rinascita. Rinascita e trasformazione hanno ispirato il titolo della Rassegna “Il Festival”: Metamorfosi.

Più di ogni altra cosa, ciò che affascina nella Metamorfosi è la dinamica del processo del quale il risultato finale ne è soltanto conseguenza. La musica, con la sua capacità di essere misteriosamente esaustiva, accompagnerà il pubblico nella scoperta dei vari fenomeni metamorfici dell’esistenza. Dal ciclo delle Stagioni di Vivaldi, che raccontano la trasformazione continua della natura, alle composizioni di Liszt che meglio testimoniano il cambiamento dell’uomo, da amante della mondanità alla vestizione dell’abito talare. Il viaggio continua con le metamorfosi di Schubert, dal Lied alla grande forma cameristica e con “Ophelia-Lieder” di Brahms nella trascrizione di Aribert Reimann per quartetto d’archi e soprano. Non mancherà Beethoven con la decima sonata per violino e pianoforte, opera che rivela il cambiamento estetico del grande compositore tedesco nei suoi ultimi anni di vita. Completeranno il ciclo le trasformazioni metamorfiche di Strauss con Metamorphosen e i quartetti di Haydn.

Quasi come contrappunto ai concerti “tradizionali” la rassegna “Il Festival” ospiterà la prima performance pubblica mondiale di MusicAI, progetto di ricerca sull’intelligenza artificiale della Fondazione LINKS, unico nel suo genere, che combina la musica dal vivo, l’arte astratta e la più avanzata tecnologia applicata all’Intelligenza Artificiale. La tecnologia non solo influenza la creazione artistica stabilendo le possibilità di espressione degli artisti, ma determina il passaggio a funzioni diverse dell’arte cambiandone anche le modalità di fruizione.

Da sempre gli artisti si sono basati sulle conoscenze tecnologiche e sull’ingegno per trovare i materiali e gli strumenti adatti per esprimere al meglio i propri sogni, pensieri, visioni o credenze e ogni opera d’arte è determinata dai materiali a disposizione dell’artista e dall’abilità di questi nel manipolarli.

MusicAI si propone di portare ad un livello ulteriore questo intreccio: l’intelligenza artificiale “ascolta” la musica e dà vita a nuove creazioni artistiche.

DIRETTORE ARTISTICO

Adrian Pinzaru

PROGRAMMA

2 Giugno – 18:30

CASCINA SANT’ANTONIO DI GAGLIARDI | GUARENE

B. Brustad EVENTYRE SUITE per violino solo
W. A. Mozart DIVERTIMENTO per violino, viola e violoncello k. 563

Kai Gleusteen violino
Adrian Pinzaru violino
Enrico Carraro viola
Amedeo Cicchese violoncello

Dopo il concerto vi è la possibilità di partecipare alla cena insieme ai musicisti presso La Madernassa https://www.lamadernassa.it/
Per prenotare la cena e/o ricevere maggiori informazioni scrivi a event@roeroculturalevents.it

4 Giugno – 18:30

CASTELLO DI COAZZOLO | COAZZOLO

S. Sciarrino AI LIMITI DELLA NOTTE per violoncello solo
F. Liszt DOPO UNA LETTURA DI DANTE: FANTASIA QUASI SONATA
L. van Beethoven SONATA n° 10 per violino e pianoforte
Kai Gleusteen violino
Catherine Ordronneau pianoforte
Claudio Pasceri violoncello

Dopo il concerto vi è la possibilità di partecipare alla cena insieme ai musicisti presso Babo Agriturismo Conviviale. https://agriturismobabo.it
Per prenotare la cena e/o ricevere maggiori informazioni scrivi a event@roeroculturalevents.it

4 Giugno – 18:30

CASTELLO DI COAZZOLO | COAZZOLO

S. Sciarrino AI LIMITI DELLA NOTTE per violoncello solo
F. Liszt DOPO UNA LETTURA DI DANTE: FANTASIA QUASI SONATA
L. van Beethoven SONATA n° 10 per violino e pianoforte
Kai Gleusteen violino
Catherine Ordronneau pianoforte
Claudio Pasceri violoncello

Dopo il concerto vi è la possibilità di partecipare alla cena insieme ai musicisti presso Babo Agriturismo Conviviale. https://agriturismobabo.it
Per prenotare la cena e/o ricevere maggiori informazioni scrivi a event@roeroculturalevents.it

6 Giugno – 18:30

AGENZIA DI POLLENZO | BRA

F. Schubert LIED “ERLKOENIG” per contralto e pianoforte
F. Chopin NOTTURNO op. 27 n. 2 per violino e pianoforte
(arr. A. Wilhelmj)
J. Brahms DUE CANTI per contralto, viola e pianoforte op. 91 
F. Schubert QUINTETTO “LA TROTA” per violino, viola, violoncello e pianoforte
Kai Gleusteen violino
Enrico Carraro viola
Amedeo Cicchese violoncello
Matteo Ravizza contrabbasso
Catherine Ordronneau pianoforte
Nicole Brandolino contralto

Dopo il concerto vi è la possibilità di partecipare alla cena insieme ai musicisti presso Il Ristorante Garden dell’Albergo dell’Agenzia di Pollenzo https://www.albergoagenzia.it
Per prenotare la cena e/o ricevere maggiori informazioni scrivi a event@roeroculturalevents.it

9 Giugno – 18:30

ROERO EXPO | MONTÀ

R. Strauss METAMORPHOSEN
J. S. Bach ESTRATTO DA VARIAZIONI GOLDBERG
versione per trio d’archi

Kai Gleusteen violino
Adrian Pinzaru violino
Enrico Carraro viola
Lara Albesano viola
Hendrik Blumenroth violoncello
Claudio Pasceri violoncello
Matteo Ravizza contrabbasso

Dopo il concerto vi è la possibilità di partecipare alla cena insieme ai musicisti presso il Ristornate Marcelin https://www.marcelin.it
Per prenotare la cena e/o ricevere maggiori informazioni scrivi a event@roeroculturalevents.it

9 Giugno – 18:30

ROERO EXPO | MONTÀ

R. Strauss METAMORPHOSEN
J. S. Bach ESTRATTO DA VARIAZIONI GOLDBERG
versione per trio d’archi

Kai Gleusteen violino
Adrian Pinzaru violino
Enrico Carraro viola
Lara Albesano viola
Hendrik Blumenroth violoncello
Claudio Pasceri violoncello
Matteo Ravizza contrabbasso

Dopo il concerto vi è la possibilità di partecipare alla cena insieme ai musicisti presso il Ristornate Marcelin https://www.marcelin.it
Per prenotare la cena e/o ricevere maggiori informazioni scrivi a event@roeroculturalevents.it

11 Giugno – 18:30

CASTELLO MALABAILA | CANALE

J. S. Bach CONTRAPPUNTI DALL’ARTE DELLA FUGA
F. J. Haydn
 QUARTETTO “LA RANA” op. 50 n. 6 
delian::quartett

Dopo il concerto vi è la possibilità di partecipare alla cena insieme ai musicisti presso il Ristorante ed Osteria all’Enoteca – Davide Palluda. https://www.davidepalluda.it
Per prenotare la cena e/o ricevere maggiori informazioni scrivi a event@roeroculturalevents.it

12 Giugno – 17:30

CASTELLO DI GUARENE | GUARENE

MusicAI Performance

delian::quartett
Claudia Barainsky soprano
Matteo Ravizza contrabbasso
Luca Ronzitti clavicembalo

Dopo il concerto vi è la possibilità di partecipare alla cena insieme ai musicisti presso
Relais & Chateaux Castello di Guarene. https://www.castellodiguarene.com
Per prenotare la cena e/o ricevere maggiori informazioni scrivi a event@roeroculturalevents.it

12 Giugno – 17:30

CASTELLO DI GUARENE | GUARENE

MusicAI Performance

delian::quartett
Claudia Barainsky soprano
Matteo Ravizza contrabbasso
Luca Ronzitti clavicembalo

Dopo il concerto vi è la possibilità di partecipare alla cena insieme ai musicisti presso
Relais & Chateaux Castello di Guarene. https://www.castellodiguarene.com
Per prenotare la cena e/o ricevere maggiori informazioni scrivi a event@roeroculturalevents.it

12 Giugno – 18:30

CASTELLO DI GUARENE | GUARENE

F. J. Haydn QUARTETTO op. 77 n°1
J. Brahms/Reimann OPHELIA – LIEDER
A. VivaldiLE QUATTRO STAGIONI”
delian::quartett
Claudia Barainsky soprano
Flavia Napolitano violino
Ensemble “Incontri”

Dopo il concerto vi è la possibilità di partecipare alla cena insieme ai musicisti presso
Relais & Chateaux Castello di Guarene. https://www.castellodiguarene.com
Per prenotare la cena e/o ricevere maggiori informazioni scrivi a event@roeroculturalevents.it

GLI ARTISTI

Lara Albesano

Viola

Claudia Barainsky

Soprano

Hendrik Blumenroth

Violoncello

Nicole Brandolino

Mezzo – soprano

Enrico Carraro

Viola

Amedeo Cicchese

Violoncello

delian::quartett

Quartetto d’archi

Kai Gleusteen

Violino

Flavia Napolitano

Violino

Catherine Ordronneau

Pianoforte

Claudio Pasceri

Violoncello

Adrian Pinzaru

Violino

Matteo Ravizza

Contrabbasso

Luca Ronzitti

 Clavicembalo